ceciliadelgatto.it logo
search
pages

The Others Art Fair - Torino

30-10-2019 10:27

url: permalink

Spazi di recente nascita si confronteranno con realtà di più lunga tradizione ma con una forte vocazione sperimentale e la voglia di investire su artisti esordienti.
Più di quaranta gallerie e artist run-space presenti quest’anno, oltre la metà sono straniere.
I paesi rappresentati da gallerie, collettivi d’arte e singoli artisti sono Cuba, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Italia, Lituania, Olanda, Perù, Russia, Svezia, Svizzera e Taiwan.

Dal giovedì 31 ottobre saremo a The Others Art Fair.
Nella sezione Special Projects, esordio della Zenato Academy con la mostra "Vino. Oltre gli oggetti" realizzata dagli studenti del Master di Fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera in Milano, per Zenato Winery:
Giacomo Alberico, Cecilia Del Gatto, Alessandra Draghi, Cesare Lopopolo, Anna Vezzosi
a cura di Luca Panaro
Ex Ospedale Militare Alessandro Riberi
Corso IV Novembre 80a, Torino

http://www.zenato.it
https://www.theothersfair.com
https://www.ceciliadelgatto.it

https://www.theothersfair.com/it/exhibitors/

TheOthers.jpg

Vino. Oltre gli oggetti - Progetto fotografico per Zenato Winery

29-03-2019 19:30

url: permalink

E' stato presentato a Verona il nuovo progetto di Zenato
in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera
In mostra a Milano durante il Salone del Mobile dall’8 al 18 aprile 2019
Nasce la Zenato Academy

La mostra è stata allestita a Milano, dall’8 al 18 aprile 2019 in occasione del Salone del Mobile, presso Bottega Immagine (via Farini, 60), e venerdì 12 aprile saranno consegnate dalla famiglia Zenato 5 borse di studio ai giovani fotografi protagonisti del progetto:

Cecilia Del Gatto
Giacomo Alberico
Anna Vezzosi
Alessandra Draghi
Cesare Lopopolo

Mercoledì 3 aprile (ore 18.00) sarà presentata a Verona presso la Biblioteca Capitolare la mostra fotografica “Vino. Oltre gli oggetti”, realizzata dal Master di Fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, e sarà sancita la creazione della Zenato Academy, un laboratorio permanente di studio e sperimentazione in campo culturale e in particolare nell’ambito fotografico e luogo ideale in cui sostenere giovani artisti.

L’intimo nesso tra tradizione vitivinicola e sperimentazione trova la sua realizzazione nel segno dell’arte nella Zenato Academy e nel progetto che ne inaugura la fondazione, “Vino. Oltre gli oggetti”, a cui seguiranno altre tre “esperienze” con altrettante scuole di Fotografia Internazionali.

Cinque studenti dell’Accademia di Brera, Giacomo Alberico, Cecilia Del Gatto, Alessandra Draghi, Cesare Lopopolo e Anna Vezzosi, coordinati dal docente e critico d’arte Luca Panaro, hanno indagato gli oggetti utilizzati per la produzione del vino, rendendo vivo e presente un significato latente, pensandoli in maniera nuova e fresca al di là dell’uso convenzionale. Ed è così che le terre della Lugana e della Valpolicella, la vite, le botti in legno, i contenitori di vetro, strumenti e macchine, diventano, attraverso l’immaginario fotografico e la lettura libera di cinque giovani creativi, qualcosa di “oltre” rispetto alla loro primaria funzione.

“Ecco un nuovo progetto, una nuova sfida, il desiderio che ci ha sempre contraddistinto nel guardare oltre, nell’esplorare al di là di ciò che già conosciamo – dichiara Nadia Zenato –. E’ stato molto stimolante vedere all’opera giovani creativi che con uno sguardo nuovo e libero hanno messo a fuoco un significato che va oltre a quello specifico degli oggetti protagonisti del nostro lavoro quotidiano”.

“In terra di Lugana abbiamo creduto e investito nelle straordinarie potenzialità di un vitigno autoctono in tempi in cui era sconosciuto – prosegue Zenato - In Valpolicella, recuperando la millenaria tradizione vitivinicola lì radicata, abbiamo intrapreso un percorso basato sulla ricerca e l’innovazione. La nostra passione ci ha sempre portato ad intrecciare il lavoro di viticoltori con il rispetto per il territorio e una naturale spinta verso il bello e l’arte, che oggi si esprime nella mostra fotografica Vino. Oltre gli oggetti”.

“La fotografia, più di ogni altro linguaggio, ha la capacità di trasfigurare la realtà – spiega Luca Panaro -. Ciò vuol dire che gli oggetti rappresentati nelle immagini fotografiche vengano interpretati in modo altro rispetto alla loro tradizionale funzione. Ho scelto di indagare gli oggetti come fonte di conoscenza, esemplari silenti della produzione del vino, necessari ad attestarne la tecnica, la cultura, l’economia, ma anche una semplice suggestione”.

Le scelte compiute da ciascuno dei 5 autori hanno portato alla ripresa di forme ravvicinate che tendono all’astrazione rappresentativa. Le fotografie di Giacomo Alberico, dal titolo “Se nell’attesa”, mostrano le botti custodite nelle cantine Zenato, fotografate in modo da valorizzarne la componente estetica e le relazioni fisiche che si instaurano tra questi grandi e nobili contenitori. Per Cecilia Del Gatto, nella serie “Méscita”, il bicchiere e le differenti gradazioni cromatiche del vino divengono protagoniste, creando un parallelismo con i colori della tradizione artistica italiana. Alessandra Draghi porta alla nostra attenzione un oggetto del mestiere, l’alzavino, detto anche “Ladro”, accostato in un set fotografico a elementi naturali prelevati sul territorio. “Le cose sensibili” di Cesare Lopopolo sono invece gli strumenti meccanici, presenza imponente e caratterizzante il paesaggio dell’azienda vitivinicola. Per finire, Anna Vezzosi con la serie “Punti di origine” ci riporta alla tradizione: la terra, una delle prime bottiglie di Lugana del 1973, un cerchio bianco a indicare le radici della vite autoctona.

Mostra Fotografica “Vino. Oltre gli oggetti”
8-18 aprile 2019 Bottega Immagine, via Farini 60, Milano
Orario: lunedì-domenica 16.30 – 19.30
Ingresso libero
Visite guidate con gli autori delle opere
info@zenato.it – www.zenato.it

Catalogo “Vino. Oltre gli oggetti”

A cura di: Luca Panaro
Fotografi: Giacomo Alberico, Cecilia Del Gatto, Alessandra Draghi, Cesare Lopopolo, Anna Vezzosi
Formato: 23x28cm - Pagine: 64 - Legatura: Brossura con copertina cartonata
Lingua: Italiano e Inglese
ISBN: 978-88-6448-137-1
Prezzo di copertina: € 30.00
Editore: Biblos Edizioni
Anno edizione: 2019

“Vino. Oltre gli oggetti” è il quinto volume di una collana iniziata da Zenato nel 2010, espressione naturale della piena armonia e affinità fra i valori della vocazione vinicola e delle arti.

LINK EVENTO

_DSC4352.jpg_DSC4353.jpg_DSC4433.jpg_DSC4374.jpg_DSC4391.jpg_DSC4431.jpg

Milan Photo Week | Dei nuovi confini della fotografia - Dintorni di fotografia" | Fabbrica del vapore Lotto15

bannerrrr_copia.jpg



MILAN PHOTO WEEK

INAUGURAZIONE
Dei nuovi confini della fotografia – Dintorni di fotografia – Lotto15
FABBRICA DEL VAPORE - LOTTO15

h 19:00

Viafarini e Le Belle Arti/ArtePassante, in collaborazione con Meetup Fotografia Milano, sono lieti di presentare la mostra fotografica Dei nuovi confini della Fotografia. L’esposizione, che vede coinvolti più di 50 partecipanti, suddivisi in 4 macro categorie, intende esplorare e ridefinire i confini in cui ancora spesso gli stili fotografici vengono rin/racchiusi. Il corpus espositivo, a priori senza distinzioni tra amatori e professionisti, è composto da immagini realizzate con qualsiasi medium fotografico e/o tecnica: dal banco ottico, alle scatole a foro stenopeico, dai “momenti personali” ripresi con uno smartphone ai collage creati con un ritrovato album di famiglia. Tutte le forme espressive entreranno a far parte di un mondo di Immagini che saprà trasformarsi, anche grazie alla loro inusuale fruibilità, in singole “emozioni collettive”. La mostra è curata da Massimiliano Monnecchi.

Via Giulio Cesare Procaccini, 4
www.viafarini.org

Mostra aperta dal 4 al 10 Giugno 2018
Orari:
martedì – venerdì 11:00 – 19:00.
sabato – domenica 11:00 – 20:00
Ingresso libero

XXV ORA! - IMMAGINI CONTRO IL FEMMINICIDIO a cura di Martina Corgati e Paola Di Bello

XXV_ORA__invitodef.jpgIMG_3622.jpg


Il giorno 22 maggio, alle ore 18, nell'ex Chiesa di San Carpoforo (via Marco Formentini, 14)
verrà inaugurata la mostra "XXV ORA!" - Immagini contro il Femminicidio,
promossa dall'Associazione Culturale Luna Rosa in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Brera e il patrocinio del MIBACT.

La mostra presenta le opere di 21 giovani artisti, studenti dell'Accademia e in particolare dei corsi di fotografia, selezionate fra le opere di coloro che hanno aderito all'invito dell'Associazione di realizzare un lavoro dedicato al drammatico tema del femminicidio, problematica che ha assunto i tratti di una vera e propria tragedia nazionale rispetto alla quale servono maggiore informazione, cultura e capacità di distinguere modelli e comportamenti, allontanando la ricorrente tentazione della rimozione della responsabilità.


L'appello promosso dall'Associazione è stato rivolto a tutti gli studenti, un centinaio dei quali hanno presentato progetti sottoposti all'attenzione di una Commissione composta dai proff. Martina Corgnati, Paola Di Bello, Paolo Rosso, da Mario Cresci, fra i maestri della fotografia italiana più attento e sensibile alle tematiche sociali e documentarie e dalla prof. Federica Turco dell'Università di Torino. Fra tutte le opere proposte questa Commissione ha selezionato i lavori che verranno proposti al pubblico nella mostra in oggetto.
Fra essi, il giorno 22 maggio, una seconda commissione composta da Lorenza Bravetta (MIBACT), Franco Marrocco (direttore dell'Accademia di Brera),
Maurizio Molinari (direttore del quotidiano "La Stampa") e Carmela Sanguedolce, presidente dell'Associazione Luna Rosa, selezioneranno le tre opere vincitrici dei premi acquisto, offerti dalla stessa Associazione.

Le opere e la mostra tutta parlano la lingua dell'arte per rivolgersi alla coscienza civile, alla sensibilità e alla cultura, del pubblico e potenzialmente di tutti, nella convinzione che l'educazione morale, ma anche estetica, possano avere un ruolo importante nel migliorare e rendere più umano il mondo che abitiamo insieme.

Dopo la tappa milanese, la mostra proseguirà per Roma, Firenze e Crotone, dove l'Associazione ha sede.

L’Associazione Culturale “Luna Rosa” promuove, da oltre due anni, la fotografia e le arti visive, in particolare quelle femminili,sostenendo la valorizzazione della fotografia quale vero e proprio bene culturale da tutelare, ed è impegnata ad approfondire tematiche specifiche,inerenti i rapporti fra donna, arte,comunicazione, diritti, sessualità, maternità, lavoro,storia e paesaggio e a rivalutare il contributo femminile nella storia della fotografia e dell'arte contemporanea.

L’Universo femminile costituisce, inoltre, il cuore della collezione fotografica promossa dalla Presidente dell’Associazione, Carmela Sanguedolce,che conta attualmente oltre trecento opere di autrici di primissimo piano, italiane e internazionali. Un impegno a favore della donna nell’arte che Luna Rosa condivide con le principali istituzioni accademiche del Paese,con il sistema scientifico universitario e con le esperienze più innovative dei settori delle produzioni artistiche e dell’industria creativa.

La scelta di dedicare al tema del “Femminicidio” la prima edizione del premio Fotografico Luna Rosa rientra in questa dimensione strategica,volta a favorire una riflessione laica su una vera e propria tragedia nazionale.
"Con l’Accademia delle Belle Arti di Brera" - spiega Carmela Sanguedolce - "abbiamo intrapreso un prezioso rapporto di collaborazione, sfociato nell’istituzione di questo premio riservato agli studenti, a coronamento del loro impegno estetico, etico e civile e del loro esercizio di sensibilità creativa.
Uno stimolo e un omaggio anche per i giovani provenienti da culture e paesi diversi, che hanno consapevolmente scelto di maturare e realizzarsi attraverso la conoscenza, la cultura e l’arte, condividendo con noi, con illustri esponenti del mondo della fotografia e con donne vittime di violenze, momenti di incontro e di confronto".

Prima commissione selezionatrice

Martina Corgnati

Mario Cresci

Paola Di Bello

Roberto Rosso

Federica Turco


Seconda commissione selezionatrice

Carmela Sanguedolce

Maurizio Molinari

Franco Marrocco

Lorenza Bravetta


“XXV ORA!” - Immagini contro il femminicidio

A cura di Martina Corgnati e Paola Di Bello


Organizzato dall’Associazione Culturale Luna Rosa

Con il patrocinio del MiBact e con la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Brera

EX CHIESA DI SAN CARPOFORO | VIA MARCO FORMENTINI, 14, MILANO
Ingresso libero
Dal 23 maggio al 15 giugno
Lunedì - venerdì 10.00 - 18.15
Sabato 9.00 - 13.30
Domenica chiuso
search
pages
Share
Link
https://www.ceciliadelgatto.it/news-d
CLOSE
loading